Marco Lodola dona un'opera a Casa Russolo

QM Logo 

 

 

rsz martelli futuristi di marco lodola

Marco Lodola: Martelli futuristi

 

Marco Lodola dona un'opera a Casa Russolo

L'opera sarà presentata durante la Notte Futurista il prossimo 15 giugno

Un' importante opera d’arte contemporanea va ad aggiungersi al nuovo patrimonio artistico che dal 15 giugno offrirà Palazzo Altan Venanzio e in particolare il nuovo spazio denominato Casa Russolo, in memoria dell’artista portogruarese che qui venne alla luce il 30 aprile 1885. Si tratta di “Martelli futuristi”, opera del lombardo Marco Lodola. E’ un dono a Portogruaro, quello deciso di Marco Lodola, che viene da lontano, esattamente dai mesi che l’artista trascorse a Portogruaro, in servizio militare.

“Negli anni '80 comincia – racconta l’artista - la mia storia artistica con un gruppo chiamato Nuovo Futurismo, che faceva il verso con le dovute distanze al Futurismo storico di Marinetti e Boccioni. Il mio interesse in particolare è sempre stato nei confronti di Fortunato Depero e la mia passione musicale mi ha permesso di conoscere Luigi Russolo (scoperto a Portogruaro appunto durante il servizio militare). I martelli Futuristi, nascono combinando lo strumento vero e proprio musicale utilizzato nelle orchestre per le percussioni e quelli iconici dei Pink Floyd nel film The Wall, una sorta di marcia musicale che mi ha portato fin li ad illuminare Casa Russolo nel Palazzo Altan Venanzio”.

“Martelli futuristi” sarà ufficialmente presentata il prossimo 15 giugno, in occasione della Notte Futurista che inaugurerà Casa Russolo. Con le sculture luminose realizzate con diversi materiali e tecniche, Lodola crea immagini che rimandano alla musica, al cinema, ai fumetti e alla pubblicità. Dietro le sue luci al neon, le sue sagome in plexiglas, le sue campiture cromatiche, ci sono riferimenti al Futurismo, al colorismo ritmico della Delaunay, alla Pop Art americana.

"Elettricista con una visione proletaria dell’arte", secondo la definizione che dà di se stesso, Lodola vive e lavora a Pavia. Fondatore, negli anni Ottanta, del gruppo detto "Nuovo Futurismo", utilizza da sempre i materiali industriali poveri, come plexiglas, perspex e smalti. Nel 1994 fonda il "Gruppo '98", il cui manifesto viene reso pubblico nel suo laboratorio-atelier di Pavia, una ex-fabbrica aperta a musicisti, fotografi e scrittori: la "Lodolandia". Collabora con Aldo Busi, gli 883 e i Timoria (per i quali cura le scenografie dei concerti e le copertine degli album), organizza il premio musicale "Tribe Generation", il premio cinematografico "Brescia Music Art" e quello musicale "Roxi Bar". Le sue sculture luminose sono state protagoniste anche di una recente edizione del Festival di San Remo. Lodola ha curato l’immagine del Carnevale di Venezia, realizzato il manifesto per le Olimpiadi di Torino, la scultura luminosa dell’aeroporto di Città del Messico e l’immagine del centenario del movimento pacifista di Gandhi. Gli sono state dedicate molte personali in musei e gallerie di diversi Paesi ed è stato tra i Maestri invitati ad esporre al Padiglione Italia della Biennale.

Per informazioni:
www.comune.portogruaro.ve.it

CASA RUSSOLO
Centro Culturale Palazzo Altan Venanzio
Portogruaro, Via Seminario, 27

Tel: 0421277282

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari di apertura:
lunedì solo per lettura giornali, sale studio e uso pc ore 9.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00
da martedì a venerdì ore 9.00 - 18.00
sabato ore 9.00 - 13.00.

Ingresso gratuito